5 Modi di risparmiare con il procurement

5 Modi di risparmiare con il procurement

Procurement

5 Modi di risparmiare con il procurement

In qualità di professionista del Procurement sarai sicuramente sempre sotto pressione per trovare nuovi modi di ridurre i costi aziendali.

Per aiutarti a superare la pressione, abbiamo raccolto qui cinque suggerimenti su come risparmiare.

1. Implementare una soluzione di eProcurement

Se la tua organizzazione non ha investito in una soluzione di eProcurement professionale, ora è il momento di farlo. La maggior parte dei consigli per risparmiare sui costi si concentrano su processi e misure che sono difficili da implementare senza un software di eProcurement. Lo scopo di questo software è centralizzare e automatizzare le interazioni tra l'azienda e la catena di fornitura. Le soluzioni di eProcurement migliorano la velocità e l'efficienza delle pratiche di gestione degli acquisti e delle spese.

CPO Rules, ti offre la flessibilità di implementare una suite Source to Pay (S2P) completamente integrata con i tuoi gestionali aziendali, con moduli specifici e una gamma di soluzioni di approvvigionamento e acquisto che meglio si adattano alle tue esigenze.

2. Eliminare le spese Maverick

La spesa Maverick è quella spesa scaturita dagli acquisti che avvengono al di fuori delle regole stabilite dalle procedure aziendali e che baypassano i processi di Procurement definiti.

L’utilizzo di una piattaforma di e-procurement con un marketplace preconfigurato garantisce un maggiore controllo della spesa e riduce gli sprechi derivanti da questi costi.

Il marketplace di CPO Rules, ad esempio, è sviluppato come un e-commerce, consentendo di acquistare a prezzi prenegoziati in pochi semplici click. Ogni utilizzatore della piattaforma ha diversi livelli di accesso, quindi, potrà vedere solo il catalogo di fornitura configurato per la sua mansione e potrà effettuare solo acquisti relativi alla sua area di competenza e a prezzi già definiti.

3. Risparmio grazie all’utilizzo di un sistema di asta

Molto spesso ti è richiesto di chiedere uno sconto di fornitura, questo però può garantirti di risparmiare massimo fra il 5-10%. Questo approccio, però, non ti consentirà il miglior rapporto qualità-prezzo.

Un software di eSourcing, per esempio, ti consente di eseguire una varietà di aste elettroniche (eAuctions). Potrai selezionare potenziali fornitori e invitarli a partecipare al tuo evento, creando un ambiente di offerta competitiva in tempo reale che ti consentirà di ricevere il miglior prezzo disponibile.

4. Non perdere mai il rinnovo dei contratti

I rinnovi automatici dei contratti possono essere una brutta bestia. Il contract management consente di avere una visione completa ed aggiornata di tutte le scadenze contrattuali, riduce il rischio di rollover del contratto e favorisce la rinegoziazione dei prezzi di fornitura o la rotazione dei fornitori che non soddisfano pienamente i bisogni dell’ufficio acquisti.

5. Gestione strategica dei fornitori

Le cattive relazioni con i tuoi fornitori possono minare la reputazione della tua organizzazione e impedire alla tua azienda di ricevere le merci in tempo. Tuttavia, la creazione di solide relazioni professionali con i fornitori può offrire vantaggi reciproci. Può aiutarti ad allineare gli obiettivi dei fornitori con i tuoi, aumentare la probabilità di risparmi sui costi dalla catena di fornitura e consentirti di negoziare termini contrattuali migliori.

La chiave è identificare i fornitori che sono i più importanti per la tua organizzazione. Senza gli strumenti giusti, questo processo richiede tempo e consumo di risorse.

Ma con una soluzione completa di gestione delle relazioni con i fornitori, puoi segmentare strategicamente i tuoi fornitori in livelli in base alla loro importanza per le tue operazioni aziendali.


Loading...